Il coraggio dei sognatori: una Birroteca a Napoli

Pubblicato: 17 dicembre 2011 in Riflessioni sul Vino

Ci sono persone che nascono per vivere una vita tranquilla, persone che si accontentano di rincorrere sogni noti a tutti, incamminandosi per quelle vie del successo che tanti prima di loro hanno percorso. E poi ci sono persone ambiziose, tenaci e tendenti alle grandi imprese. Persone dagli obiettivi arditi, uomini che non si accontentano di “arrivare” poiché ciò che li tiene realmente in vita non è sapere che esiste un traguardo, ma essere coscienti che dinanzi a loro vi è un sentiero affascinante da percorrere.

Quelli di Birra ed oltre, tre ragazzi decisamente ambiziosi oltre che ragionevolmente “folli”, appartengono decisamente alla seconda categoria.  Sto cercando di dire che aprire una birroteca in una città dove il cibo è considerato componente essenziale di ogni uscita serale che conduca ad accomodarsi su una sedia.. beh è decisamente una scelta azzardata. Basti pensare che, a prescindere dall’indicatività dei dati, se si prova a digitare “birroteca a Napoli” sul motore di ricerca di Google vengono fuori 7.970 risultati, mentre se si scrive “birreria a Napoli” il risultato è di 1.700.000 voci; se poi si prova a digitare  “pub a Napoli” il risultato sale a 21.600.000 pagine web. Il dato, lungi dall’essere veritiero – considerando che un solo pub può essere presente in migliaia di pagine, o che la ricerca può considerare anche parole inserite in un testo e non attinenti lo scopo dell’indagine – è però utile a comprendere la notevole differenza in termini di presenza sul web – e dunque anche in termini di appetibilità di mercato – di un’attività al cospetto di un’altra.

D’altronde, riferendosi all’incidenza della componente cibo sulla scelta del posto da eleggere per una potenziale serata da spendere fuori, possono citarsi le esperienze vissute da decine, forse centinaia, di imprenditori napoletani in un mondo gemellato con quello della birra, ovvero quello del vino. Quelli di noi che frequentano Napoli e la Campania da un po’ di anni ricorderanno, infatti, quanti gestori sono stati costretti, dopo aver iniziato con l’apertura di Wine Bar puri (intendo dire senza cucina, niente menù, ed a limite solo qualche stuzzichino) a modificare completamente le loro ambizioni, finendo nella maggior parte dei casi per cessare la propria attività, e nelle altre ipotesi per trasformarla in un Ristorante in piena regola.

Possibile che esista ancora un gruppo, seppur sparuto, di uomini disposti a rischiare i propri capitali ed il proprio tempo in un’impresa tanto ardua? La risposta è implicita, si. Ed un esempio di una tale risposta è ritrovabile in Via S. Maria della libera al Vomero… Napoli, dove in un parallelepipedo altrimenti insignificante, tre ragazzi armati della più potente arma in natura – la passione – hanno deciso di affrontare la sorte in nome di qualcosa di più alto..

Birra ed Oltre, ovvero due porte di vetro, poi l’unica sala nella quale su una parete sono disposte in scaffali secondo un ordine geografico più di cento tipologie di birra. Così, osservando quella collezione si ha la sensazione di poter girare il mondo in pochi minuti: Italia, Germania, Belgio, Olanda, Norvegia.. fino ad arrivare negli Stati Uniti o in Giappone. Una gamma per assecondare un po’ tutti i palati, una varietà attentamente selezionata ed in continua espansione, il tutto finemente orchestrato da persone estremamente semplici, tanto che sedersi per degustare una birra sotto gli occhi dei creatori di quel piccolo mondo, equivale a sedersi accanto ad un amico.

Ma non lasciatevi ingannare.. non c’è solo la birra, o, per meglio dire, spesso la birra non è sola. Ci sono altri prodotti altrettanto interessanti, come ad esempio il Panettone realizzato dai maestri pasticcieri del Ristorante Le Colonne di Caserta, non un panettone qualsiasi ovviamente, un panettone alla birra! Ma non finisce qui, per i Napoletani veri, inossidabili amanti del caffè a tutto campo, qui troverete la birra “Na Tazzulella ‘e caffè”, si si.. è proprio una birra al caffè, la produce un birrificio Campano denominato Karma.

Tirando le somme del discorso affrontato sin ora sono in debito di una spiegazione. Vi ho detto del coraggio di Gianluigi e i suoi compagni, certo, vi ho spiegato cosa potete trovare facendogli visita. Mi manca, tuttavia, di dirvi il perché di ciò. Ora avete due opportunità per conoscere la risposta: la prima è recarvi in Birroteca da loro e chiederlo di persona, l’altra è leggere le ultime righe di questo mio articolo.

Ok, avete scelto la via in discesa. Ebbene, la sera in cui mi recai in Birroteca ebbi l’opportunità di discutere a lungo con Gianluigi, un ragazzo estremamente accomodante e decisamente preparato. Vi dirò che, nonostante il mio innato scetticismo verso ogni azione realizzata dall’uomo in antitesi con il proprio interesse economico, ho capito che ci sono persone che agiscono ancora perché mossi dai propri ideali. Realizzare una birreria sarebbe stato decisamente più semplice oltre che più sicuro. Ma nonostante ciò loro hanno scelto di percorrere un’altra via, molto più irta e molto meno battuta, ma decisamente più affascinante. Hanno sfidato l’enigma in nome della propria passione. In questo mondo in cui tutto ha un prezzo, c’è ancora qualcosa che non si paga: la cultura. Si badi bene, la cultura non l’istruzione. La cultura si dona, si mette a disposizione degli altri, ma non si vende. E ciò perché il trasferimento di essa da una mente all’altra presuppone un atto di amore reciproco e duplice.

La cultura, dunque, supera tutto, consentendo a coloro i quali ne perpetuano la diffusione di andare oltre i ragionamenti logici, oltre i calcoli, e talvolta oltre i propri interessi. Ma, allo stesso tempo, se compresa può ricompensare come nessuna moneta è in grado di fare..

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...